A vela senza limiti

Di | 15 settembre 2017

Una vacanza nelle isole remote di Tristan da Cunha

Per realizzare una vacanza lontano dallo stress della vita moderna e poter assaporare la bellezza e la libertà del mare aperto alcune persone decidono di optare per un viaggio in barca in solitaria oppure con pochi selezionati compagni. Esistono tante isole remote che possono offrire solitudine, riposo e tranquillità, tuttavia l'arcipelago più remoto è quello di Tristan da Cunha, che prende nome dal navigatore portoghese che lo scoprì agli inizi del Cinquecento. L'isola principale porta lo stesso nome ed è l'unica abitata; gli altri isolotti sono le Isole Nightingale, l'Isola Inaccessibile e l'Isola Gough. L'arcipelago di Tristan da Cunha dista 2.172 chilometri da Sant'Elena (al cui territorio britannico d'oltremare appartiene dal punto di vista amministrativo), 2.431 chilometri da Città del Capo e 3.415 chilometri da Montevideo. Si tratta dell'arcipelago
più remoto
al mondo sia per la mancanza di porti e aeroporti che dall'enorme distanza dai continenti. Di conseguenza l'unico modo per raggiungerla è salire a bordo del mezzo che fa scalo mensilmente sull'isola principale arrivando da Città del Capo dopo una navigazione di 7 giorni oppure possedere una patente nautica senza limiti.

Come poter condurre una barca a vela da soli in mare aperto

Un viaggio davvero avventuroso e che permette di allontanarsi dai ritmi della vita moderna in maniera netta consistere nel raggiungere le isole di Tristan da Cuhna. In questo caso è possibile partire dalla Corsica o da una delle varie località costiere italiane per poi oltrepassare lo Stretto di Gibilterra e attraversare l'Oceano Atlantico fino alla meta. Il viaggio può avvenire in solitaria o con un piccolo gruppo, tuttavia per condurre una barca a vela in mare aperto è necessario possedere la patente nautica senza limiti. Infatti le patenti nautiche si classificano in diverse soluzioni, ognuna delle quali assicura competenze differenti: di conseguenza è possibile viaggiare senza problemi in mare aperto o rimanere vicino alla costa. Al tempo stesso cambiano le modalità e le procedure di domanda e rilascio.

Come ottenere la patente nautica senza limiti

La patente nautica senza limiti viene anche definita patente A vela senza limiti dalla costa. Per ottenere questo documento è necessario frequentare un corso presso gli enti preposti o scuole di formazione certificate. In questo modo si ottengono le conoscenze teoriche e pratiche per poter condurre una barca a vela superando il limite di 12 miglia dalla costa e avere l’abilitazione al comando. Esiste anche una soluzione alternativa riguardante le imbarcazioni a motore. I corsi per la patente nautica senza limiti prevedono una fase teorica e una pratica e l'esame finale consiste in un quiz a crocette e in un'uscita in barca per verificare le capacità nautiche dell'allievo. Bisogna tenere a mente che i costi di formazione non comprendono il noleggio della barca per l'esame finale, le tasse governative da 78,34 euro e il certificato medico realizzato da un'ATS con marca da boll
o da 16 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *