Cosa bisogna sapere prima di noleggiare un’auto negli Stati Uniti

Di | 15 settembre 2017

Noleggiare un’auto negli Usa è la scelta migliore per potersi muovere in totale libertà, percorrendo i grandi spazi serviti dalla eccellente e capillare rete autostradale del paese sia per motivi di lavoro che per un itinerario di vacanza. Inoltre, la comodità di disporre di un'auto privata permette di raggiungere agevolmente i Grandi Parchi Nazionali e altri numerosi punti di interesse non sempre serviti comodamente da mezzi pubblici.
Noleggiare l'auto negli Stati Uniti è semplice come in Italia. E' consigliabile reperire preventivamente tutte le informazioni utili in merito, esattamente come per il rilascio del visto Usa, per la buona riuscita dell'organizzazione e per non incorrere in spiacevoli imprevisti.
Innanzitutto è fondamentale possedere una patente di guida conseguita da almeno un anno che, ovviamente, deve essere in corso di validità. Sul sito della motorizzazione americana è possibile consultare la lista degli stati nei quali è sufficiente la patente italiana e quella dove è richiesta la patente internazionale.
Oltre al permesso di condurre autoveicoli è fondamentale disporre di una carta di credito nominativa da presentare al momento del ritiro dell'auto a noleggio che servirà per bloccare un deposito cauzionale a garanzia per tutta la durata dell'affitto del bene. E' sempre preferibile che il metodo di pagamento coincida con quello di una eventuale prenotazione e che comunque appartenga ad una persona presente in loco al momento del ritiro del veicolo. Per ovviare al problema la cauzione deve essere versata in contanti.
La legge americana impone come limite minimo per noleggiare un'auto negli Stati Uniti la soglia dei 21 anni, che diventano 25 per mezzi come minivan e fuoristrada. Il costo per chi ha meno di 25 anni è leggermente maggiorato per via dell'assicurazione che copre un rischio di guida inesperta.
Al momento della stipula del contratto di affitto è bene prestare attenzione al tipo di copertura assicurativa che si sceglie. Nel territorio statunitense esistono due formule: una che copre furto e danni fatti al proprio veicolo e una che comprende anche i danni fatti a terzi fino ad un massimo di un milione di dollari. Per chi non ama correre rischi ci sono anche opzioni che prevedono servizi aggiuntivi come la chiamata al carro attrezzi.
Il costo per il noleggio auto negli Stati Uniti dipende dal modello di vettura che si sceglie, dalla cilindrata, dagli optional e dalla durata della locazione esattamente come funziona nel nostro paese, con l'unica differenza che in America in proporzione la spesa è leggermente più bassa.
Prima di mettersi alla guida di un'auto sul territorio Usa è molto importante conoscere le norme del codice della strada e le relative pene e sanzioni per i trasgressori (https://www.tuttoamerica.it/guidare-negli-stati-uniti/). Negli Stati Uniti, ad esempio, ad un incrocio ha la precedenza chi arriva prima ed è severamente vietato sorpassare uno scuolabus con i lampeggianti in funzione.
Infine, chi programma un itinerario on the road in America deve pianificare il ritiro e la consegna dell'auto per poter prevedere il surplus (drop of charge) che le varie società applicano nel caso in cui le due location non coincidano.
Tra le principali compagnie di autonoleggio che operano negli Stati Uniti ci sono: Avis, Hertz, Alamo, Budget, Thrifty, Dollar ed Europcar. Per avere un'idea dei costi, delle coperture e delle eventuali franchigie da pagare è sufficiente collegarsi ad un sito di comparazione che permetterà di visualizzare immediatamente la soluzione migliore e più conveniente caso per caso.
E' decisamente inutile noleggiare un'auto se si devono visitare esclusivamente città caotiche come New York o comunque località servite perfettamente da mezzi pubblici quali metro, treni, ecc e con itinerari percorribile a piedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *