La caldaie murali a condensazione e la loro innovazione tecnologica

Di | 11 agosto 2017

Le caldaie murali a condensazione sono tra le più vendute e acquistate negli ultimi tempi. Molte delle principali aziende leader nel settore del riscaldamento domestico e ambientale, come ITR s.r.l., hanno sviluppato in tal senso i loro modelli rendendoli più ecologici ed economici dal punto di vista dei consumi. Anche i professionisti nel settore della termoidraulica e le aziende che si occupano di assistenza caldaie raccomandano questo tipo di installazioni.

L’ecologia di queste caldaie è data dal fatto che, per poter assicurare un comfort abitativo pari a quello delle caldaie murali standard, necessitano di una minore quantità di combustibile. In molti casi, inoltre, modelli alimentati a gas non determinano consumi elettrici grazie alla presenza di una pratica batteria che li mette in funzione. Il risparmio, invece, è a lungo termine e legato alla minore quantità di combustibile necessario a ottenere un comfort abitativo adeguato.

È stimato, in particolare, che le caldaie a condensazione riescano a essere più efficienti di quelle tradizionali di circa il 5-10%. Le aziende che sviluppano questo tipo di caldaie, oggi sono numerosissime: se ne trovano sul mercato moltissimi modelli, caratterizzati da caratteristiche tecniche e prezzi diversi in modo da potersi adattare alle esigenze di ognuno.

L’innovazione tecnologica che consente a queste nuove caldaie Vaillant di essere più efficienti è stata determinata dalla capacità di recuperare il “calore latente”, quello derivante, cioè, dalla condensazione del calore presente nei fumi di scarico delle caldaie. Questo recupero permette, quindi, di ottenere la stessa quantità di calore in casa che potrebbe determinare una caldaia tradizionale con un minore uso di combustibile. Allo stesso modo, vengono ridotte le emissioni di monossido di carbonio e degli ossidi di azoto nell’ambiente.

Questa caratteristica delle caldaie a condensazione può essere sfruttata a vantaggio del consumatore anche al momento della sostituzione della vecchia caldaia tradizionale con un nuovo modello. Non è necessario, infatti, acquistare una caldaia a condensazione con il medesimo potere calorifero di quella tradizionale: ne è sufficiente, infatti, anche una con potenza nominale inferiore perché sarà comunque in grado di riscaldare uniformemente gli ambienti. Se installata, poi, in associazione con un sistema di pannelli solari, il risparmio a lungo termine che la caldaia a condensazione garantirà sarà decisamente superiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *