Come organizzare una comunione, passo dopo passo

di | 26 Ottobre 2021

Fra i sacramenti più importanti per un ragazzo si trova la prima comunione, un momento che richiede tanta attenzione in sede di preparazione. C’è un tema da selezionare, gli inviti da spedire, la location da scegliere… tutti elementi che, se non curati con le dovute attenzioni, possono causare confusione e portare conseguenze come lo stress e il nervosismo. Per fortuna, basta soltanto un pizzico di organizzazione per poter uscire “indenni” dalla fase di pianificazione. Ecco perché oggi scopriremo i consigli migliori per una comunione perfetta, step by step.

Consigli utili per l’organizzazione di una comunione

  1. Scegliere una location adatta

Si parte da uno degli step più importanti, ovvero la scelta della location. Chi abita nella Capitale sa già che le opzioni di certo non mancano, ma l’abbondanza non sempre è sinonimo di tranquillità.

Per avere tutte le soluzioni sotto controllo, e per poter scegliere senza fretta, è possibile visitare i siti che nelle loro pagine propongono tutti i locali prenotabili per una comunione a Roma. Le ville sono le strutture sicuramente più eleganti e pregiate, mentre i ristoranti sono ottimi per chi preferisce organizzare qualcosa di meno impegnativo, come una cena. Altre opportunità, adatte per ogni budget o portafoglio, vengono offerte dai casali, dagli agriturismi e dalle location estive e invernali (quindi al chiuso).

  1. Momenti organizzativi che contano

Dalla data al vestito, passando per la lista degli invitati, non mancano gli impegni che i genitori dovranno affrontare in tempo utile, in sede decisionale. Di solito le comunioni si organizzano in primavera, per sfruttare il bel tempo, mentre per il vestito dipende sempre dalla chiesa: alcune parrocchie, infatti, richiedono al bimbo di indossare la tunica. In caso contrario, conviene optare per un vestito sì elegante ma non troppo formale o appariscente. Per quel che riguarda la lista degli invitati, dipende ovviamente dalla capienza del locale scelto, ma anche dalla natura della festa: c’è chi preferisce festeggiare con i parenti più stretti, e chi invece organizza un vero e proprio party.

  1. Le decisioni sul tema della festa

Non si finisce qui, perché è sempre saggio decidere anzitempo un tema per la festa, come nel caso della combinazione “cuori e fiori”, un grande classico per le bimbe. Per i maschietti invece ci sono opzioni come il tema marino, che è ottimo per via dei suoi colori bianco e azzurro. Un altro tema per le femminucce è quello delle farfalle, mentre una festa a sfondo religioso può approfittare del tema angioletti. Anche le principesse e gli animali fatati (come gli unicorni) non sono opzioni da scartare. Se invece si decide per un tema meno infantile, ci sono alcune scelte tradizionali come la festa shabby chic.

  1. Menu del ricevimento e torta

Quando si decide di organizzare una comunione, serve fare estrema attenzione al menu, per andare incontro anche agli invitati che soffrono di intolleranze, come quella al glutine. Un altro aspetto da non sottovalutare riguarda la torta: conviene sempre ordinarla in pasticceria, ma anche l’opzione del fai da te va considerata, se si desidera risparmiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.