L’uso del porfido nell’arredo home

Di | 13 luglio 2016

Il porfido e i suoi utilizzi: ambienti outdoor e indoor

Il porfido è una pietra naturale molto resistente e dalla superficie variamente colorata (la tinta e le formature cambiano a seconda della località di estrazione) che da tempo viene usata per rivestire e pavimentare gli spazi esterni. Questa destinazione d’uso non deve affatto stupire in quanto è uno dei materiali che resistono meglio alle alte e basse temperature, agli sbalzi di temperatura, al gelo, ai raggi ultravioletti del sole e agli agenti atmosferici. In più si caratterizza per una ruvidezza superficiale che rende il pavimento esterno antiscivolo e sicuro anche in presenza di acqua e umidità. Per tutti questi motivi il porfido trova una diffusa collocazione negli spazi esterni pubblici e privati, principalmente sotto forma di sampietrini, cioè di ciottoli o blocchetti assemblati tra loro a comporre mosaici, e disegni di vario genere. Il risultato finale è ancora pi&ugrav
e; valido dal punto di vista estetico se si decide di impiegare elementi di varietà diversi: ad esempio si può abbinare il porfido oro del Trentino a quello viola o a quello grigio. Proprio per il fatto che alcune tipologie di porfido sono davvero spettacolari da alcuni anni sta prendendo sempre più piede la tendenza a impiegare questa pietra naturale anche negli ambienti indoor residenziali. All’apparenza la soluzione può sembrare fuori contesto a causa della durezza e della potenza espressiva del materiale lapideo, tuttavia le applicazioni pratiche risultano di notevole valore e inedite.

L’uso del porfido negli spazi interni di casa

Negli ultimi anni questa pietra naturale è sempre stata maggiormente presente nel settore dell’arredo home. In primo luogo molto apprezzato è l’impiego del porfido per realizzare pavimentazioni interne: per rendere gli elementi modulari più leggeri le lastre vengono tagliate con il laser e spesso si decide di reinventare il materiale in base alle sue potenzialità scenografiche combinandolo con la luce. Si tratta di una lavorazione voluta sia dal punto di vista tecnologico che da quello estetico, alla quale si affianca il recupero degli scarti in un’ottica green. Le pavimentazioni interne in porfido sono esteticamente valide perché abbelliscono notevolmente gli spazi grazie alle venature e alle sfumature della pietra. Al tempo stesso la messa in posa è semplice da effettuare e i risultati durano a lungo negli anni, in più la superficie non deve
essere levigata e quindi non sono necessari interventi di manutenzione straordinaria per riportare la pavimentazione al suo splendore originario. Infine non bisogna tralasciare il fatto che è un materiale biocompatibile e di conseguenza dona una sensazione di fresco in estate e di calore in inverno, anche il costo della lavorazione può essere abbastanza elevato. Le varietà più usate sono quelle nei toni del rosso e del grigio.

L’uso del porfido per i complementi e gli accessori in stile contemporaneo

Da alcuni anni sono presenti sul mercato elementi in porfido che oltrepassano le limitazioni date dalla bidimensionalità della lastra: si tratta di veri e propri complementi d’arredo realizzati come sculture. Questi oggetti sono molto eleganti e spesso hanno forme molto semplici: possono essere vasi-sculture, taglieri e accessori per la cucina oppure degli arredi. Tra questi rivestono un’importanza particolare gli arredi di design (tavoli, scrivanie e librerie) che vedono l’abbinamento di legno, porfido e cuoio così da creare inserzioni geometriche equilibrate e volumi differenti, ognuno rappresentato da un diverso materiale. Per quanto riguarda i vasi, invece, le proporzioni sono equilibrate e proporzionate così da avere un rapporto armonico tra altezza e diametro. Questi accessori e complementi sono impiegati soprattutto nelle abitazioni e negli ambienti in stile contemporaneo e moderno in quanto
uniscono eleganza, innovazione e originalità. Infatti l’impiego del porfido per l’arredo home è una soluzione molto recente e dai toni molto particolari. Inoltre è possibile arredare gli spazi interni anche con targhe, profili, elementi decorativi e cornici in porfido. In questi casi si opta in particolare per varietà dai colori intensi e di grande impatto estetico, come il porfido rosso e quello del Trentino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *